Zoo Elephant Home Made 2011 -

Home Made precedente precedente

Due dischi, diverse centinaia di concerti alle spalle, una lunga militanza nell'underground anni Novanta nella formazione degli Atomo. Questo il curriculum con cui si presentano Max Giomi e compagni nella loro nuova incarnazione, gli Zoo Elephant. Il biglietto da visita è questo primo ep, "Home Made", orgogliosamente autoprodotto.

All'interno troviamo sette pezzi che mescolano crossover e post hardcore, chitarre distorte, pianto e stridore di denti. Maledettismo nei testi: si passa dall'invettiva sul qualunquista-reazionario-abitudinario-refrattario-alle-emozioni ("Pillola blu o pillola rossa"), a "Figlio di Dio", tirata anticlericale che scritta così ("incubo ricorrente: loggia e inquisizione/mani giunte mafia e religione") farebbe sorridere anche il ciellino più convinto, o "Odio ma ti amo", che potrebbe essere un manifesto del cliché politically correct aggiornato al 2011: "odio i maldicenti, gli ipocriti e ignoranti/chi abusa del potere, chi abusa della vita/odio gli imboscati e i giornalisti inchinati/odio le clientele e i decorati".

Ci sarebbero pure degli elementi interessanti in questo ep: "Have a Nice day" ad esempio, dal testo recitato e un po' criptico; "Non mi viene bene", racconto di una delusione d'amore con il marcio lirismo di un Giorgio Canali e il piglio energico dei Linea 77 o i momenti punk (con qualche imprecisione ritmica, però) di "La Fine del mondo" e "Pillola Blu o pillola rossa".

Troppe però sono le ingenuità nei testi che appesantiscono irrimediabilmente il tutto. E ricordiamoci che abbiamo a che fare con musicisti navigati e non di primissimo pelo, certi errori non si possono lasciar passare.

---
La recensione Home Made di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2011-09-23 00:00:00

COMMENTI (5)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • Alexa 7 mesi Rispondi

    Trovo che questa recensione non renda giustizia all'album, che trovo graffiante e incisivo. E quelle che possono sembrare sbavature, per me rappresentano "lo sporco" che serve in questo tipo di musica. Peccato che non abbiano continuato, li avrei riascoltati volentieri.

  • atomo20 11 anni Rispondi

    :=


    (Messaggio editato da atomo20 il 23/09/2011 19:25:34)

  • atomo20 11 anni Rispondi

    Ci teniamo a precisare che l'EP di zooelephant è stato registrato in presa diretta , senza metronomo, sovraincisioni o altri effetti, è stata sovraincisa solo la voce, il tutto è stato fatto nello studio/prove della band nudo e crudo, tutto questo è scritto sia sul disco sia sul sito sia sulla bio , forse al recensore questo aspetto è sfuggito.
    Ovviamente le critiche come le lodi sono bene accette, ma le imprecisioni ritmiche quando si suona dal vivo sono all'ordine del giorno, è ovvio che su disco si sentono meglio ma sono state lasciate volutamente:)


    Zooelephant sarà presente al MEI di domenica 25 Settembre a Faenza (Ra) palco supersound ore 15
    Dal vivo è una bella esperienza
    Enjoy

  • atomoduepuntozero 11 anni Rispondi

    :=

  • zooelephant 11 anni Rispondi

    l'EP è scaricabile! FRI DAUNLOAD QUI : zooelephant.altervista.org [:

IL TUO CARRELLO