Der Noir s/t 2011 - Rock

s/t precedente precedente

Decisamente scabro, ultraminimale e rigido, questo ep di dodici minuti riesce comunque a mostrare chiaramente la direzione verso cui si muovono i Der Noir. Ovvero un dark fatto di macchine analogiche e strutture sintetiche che per certi versi ricordano le intenzioni degli Human League, la voce che, specialmente nel brano in italiano, cita ampiamente i primi lavori dei Litifiba, un mood fuori moda nonostante i corsi e ricorsi new wave. Tutto è assolutamente anni ottanta, gli strumenti, i suoni, la costruzione dei brani, la drum machine ossessiva, è come se non riuscissi a immaginarmeli a colori. In questi tre pezzi ci sono elementi validi ed essenziali, la profondità, le scelte precise, la mira, ma allo stesso tempo manca qualcosa che li renda attuali, personali, qualcosa in grado di recidere un cordone ombelicale davvero troppo invadente e nel quale alla lunga si può solo inciampare.

---
La recensione s/t di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2011-08-19 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO