Plasivo Psychobambola 2002 - Alternativo

precedente precedente

Nonostante gli 'stop-and-go' dovuti ad abbandoni, ritorni e new entry, oggi a tre anni dalla loro formazione i Plasivo hanno trovato la loro formazione ideale.

Un cd di quattro tracce elaborate con cura, quattro melodie che hanno al loro interno ritmo, calore, tensione legati con un sapiente equilibrio. Grintosi e intelligenti nell’unire rigore e fantasia, in poche parole si fanno ascoltare, e riascoltare…
Alternanza quindi di ritmi e note più calde si susseguono in “Il Vortice”, dove è notevole l’impegno delle chitarre e seria la decifrazione del testo. Ma appaiono più arrabbiati che mai con “Overdose” che sfocia in una maggiore convinzione e un più duro rock alternativo. Grazie a “Cosmos” prende piede la vena sentimentale dei Plasivo, un ritmo più lento, note calde e indubbiamente pregnanti, che ci ricordano le melodie dei Nirvana. Ma non bisogna dubitare perché il rock ritorna con “Psyhobambola”, una chitarra graffiante e quattro paroline che indicano la voglia di emergere dei Plasivo : “Noi fuori siamo alla ricerca di nuove pretese”…
Scende il ritmo e la melodia di “Ash” si diffonde nell’aria, lasciandoci un ricordo più sensibile e travolgente che mai.

La voce di Paolo Morandi insieme alla sua chitarra e ad un: “volevo solo non cedere, ovunque tutto è inutile” li porta a risultati intensi e malinconici. A noi regala una riflessione in più…

---
La recensione Psychobambola di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2002-02-10 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia