< PRECEDENTE <
RECENSIONE
14/02/2002 di Enrico Rigolin

Mai farsi ingannare dalle apparenze. A volte, accompagnati da sontuose rassegne stampa con packaging e grafica di tutto rispetto, arrivano delle emerite schifezze; altre, dentro un cd-r senza copertina e con i soli titoli scritti a mano e poco altro, ci si può trovare ad ascoltare delle cose buone (straordinarie e/o speciali no: quello è raro e difficilissimo, se non impossibile).

Ahimè, i Cipango appartengono alla prima delle due categorie: non tragga in inganno il ‘francobollo’ siae ed il look dark-professional del loro cd, che non a caso s’intitola “Nel nero”.

E nel nero occorre purtroppo immergersi per recensirli, affondare i timpani nella melma e scoprir canzoni che non dicono assolutamente nulla, col rischio di sporcarsi per bene. Ma da bravi masochisti, non ci sottraiamo alla sadica procedura di far uscire dalle casse questo blando rock dai toni cantautorali, queste canzonette cantate col freno a mano tirato, gli effettini a buon mercato e le tastierine che fanno le orchestrine e i riverberini sull’arpeggino “lucido pensare desiderio di arrivare / stanco ma solo di frustrazione”. Sì, la mia al sentire ‘sta sbobba.

Pronto al linciaggio, m’immolerò sull’altare della buona musica, appioppando a questo demo cd la palma di peggio dei peggio, assieme ovviamente ai Perikolo Generiko ed ai Qit (le cui recensioni di entrambi i gruppi trovate su questo stesso sito).

Più confortante l’ascolto successivo (perché, tutto sommato, siamo dei signori e ci facciamo del male sino in fondo), che restituisce un pizzico di appiglio melodico laddove in precedenza ci si era fermati alla scontatezza delle forme. Eppur non basta a redimere i Cipango dal mio, personale oblio. “Annaspo in questo vuoto a cercare / dove il senso del nulla non si può sopportare”. Peccato mi si pari davanti solo il vostro nulla. Buon proseguimento, io schiaccio STOP.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >