Man Isle Gate (MIG) Neuro 2002 - Rock, Elettronica

precedente precedente

Nel loro curriculum annoverano la partecipazione al concerto per il Papa in quel di Bologna: decidete voi se può essere o meno un punto a favore per giudicare il percorso artistico che stanno intraprendendo questi ragazzi romani sotto il nome di Man.Isle.Gate. o più semplicemente M.I.G.

La strada scelta é quella di un difficile connubio tra musica leggera italiana ed elettronica alternativa, per un disco che possa rivolgersi ad un pubblico piuttosto vasto ma senza esagerare.

Immaginate una pallida versione dei Subsnonica che si mette a dare retta ad un Renato Zero deciso a fare un disco alternativo che possa piacere a Mango (?!). Ora, partendo dal presupposto che qualcuno di voi ancora mi dia credito dopo questa affermazione, potrei anche dirvi che il risultato non é poi così terribile come potrebbe sembrare.

Grazie ad un ottimo lavoro in fase di produzione, il lavoro dei musicisti romani ha qualche spunto non disprezzabile, con un buon battito e con arrangiamenti decisamente efficaci. Questo però non basta certo a definirlo un disco meritevole di acquisto, anche perche non mancano certo i (troppi) lati negativi, principalmente dovuti alla scarsa carica emotiva dei brani.

Le melodie sono semplici e gradevoli ma fin troppo piatte per entrare in testa. A causa di una eccessiva enfasi, anche la voce risulta stucchevole dopo pochi minuti, così come i testi, altamente deficitari in quanto a ispirazione.

Insomma, una discreta band con un disco evitabile.

---
La recensione Neuro di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2002-02-20 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia