24/05/2012 di Jack Nessuno

Ska ma non solo: 11 tracce godibilissime, ciascuna con una vita propria grazie ad arrangiamenti ispirati e che spulciano le più diverse parti del mondo, oltre a testi mai banali, che quasi potresti inserire nel filone cantatutorale.

Pippo e i suoi pinguini impressionano per l’abilità ed il buongusto nell’amalgamare atmosfere in levare con sonorità differenti e diverse. Spiccano “Appunti di viaggio” e “Tonnara allegra”, episodi di ska classico con assoli di tromba da immediata dipendenza, “Mahalageasca”, brano strumentale generato dall’incontro occasionale tra samba e bluebeat, e infine “Scrubs”, ballatona semi acustica intensa e con un testo malinconico che, tra disillusione e istinto combattivo, riesce a dipingere un bello spaccato sulla vita di un musicista. Pippo e i suoi piguini deve semplicemente continuare su questa strada, non mollando mai e ricordando sempre – come dicono in “Scrubs” - che “l’illusione di portare avanti un sogno prende forza nell’indifferenza”.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati