< PRECEDENTE <
album Impoetica scena Fuckin' Lie

recensione Fuckin' Lie Impoetica scena

2001 - Psichedelia, Noise, Alternativo

RECENSIONE
27/02/2002 di Simone Civai

Il nome ce l’avranno anche bruttino, ma questi sono bravi. I lombardi Fuckin Lie presentano in poco più di venti minuti una manciata di pezzi decisamente validi, alternando momenti concitati e introspettivi a un impatto sonoro decisamente distorto e decisamente accattivante. Complice una più che discreta confezione, sebbene non particolarmente innovativo (simpatico eufemismo) il cantato femminile - non bello, ma sicuramente interessante - che non si vergogna di affrontare tonalità poco accessibili, e una voce maschile, inquietantemente cavernosa, che non si vergogna di andare dalla parte opposta, declamando un paio di pezzi (ad onor del vero, le cose che meno hanno colpito).

Tanto per fare due nomi, si passa da “Due frammenti”, che sembra uscita da “Primigenia” dei Disciplinatha (nome che venuto in mente a più riprese durante l’ascolto), alla similpunk “Shifting song”, alla quasi declamata "Psykedelika", alla classica ricerca della hit “Eterna sospensione”. Secondo chi scrive la dimensione dove i Nostri si muovono meglio resta quella più rumorosa ed aggressiva dei primi titoli, senza tuttavia togliere niente agli altri - anche se quel declamato…
Il nome resta brutto, comunque bravi.

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani