< PRECEDENTE <
album Vive le Rock! - Volcano Heat

recensione Volcano Heat Vive le Rock!

2011 - Rock, Alternativo, Garage

RECENSIONE
23/04/2012

I Volcano Heat appartengono a quel filone di garage rock “revisionista”, che si rifà più agli anni Settanta che ai Sessanta e che ha nei Raconteurs gli esponenti più in vista. Meno fuzz e sporcature "filologiche", a favore di un sound più scuro e calcolato, dominato dal basso e da chitarre che non disdegnano lo stoner ("I remember", "Restless"). Più Rolling Stones ("Shake Your Head") che Beatles, nonostante il rispolvero di "Come Together", in una cover che poco toglie e poco aggiunge all'originale, al netto della distorsione.

Un appunto che si può fare ai Volcano Heat riguarda la voce di Luca Picchetti, non sempre convinta e presente come richiesto dal genere. Le perplessità finiscono però qui, perché "Vive le rock" (il titolo si legga: "poche chiacchiere e suoniamo") è un album che non lascerà indifferenti gli appassionati del genere. Tra i pezzi c'è davvero l'imbarazzo della scelta: "Today" e "The Sky" giocano sul confine tra blues e punk'n'roll, "I remember" e "These days" martellano metalliche ed implacabili, e il garage venato di dark di "White Rays White Heat" si impasta alla grande col suono appena percettibile dell'hammond.

Il pezzo migliore del lotto è forse "Secrets", hard-blues costruito sul botta e risposta tra voce e chitarra, con uno di quei riff un po' contorti che tanto piacciono a Jack White. Revisionisti o no, i Volcano Heat ci sanno fare. Date un'ascoltata a questo disco, ne rimarrete piacevolmente sorpresi.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti (1)
  • pgm 25/12/2012 ore 22:20

    Il magma sonoro per i Volcano Heat è un vestito con cui adornare pezzi da ascoltare attentamente, pezzi da lasciar fare quello che sanno fare meglio...rilasciare calore di assoluto impatto rock che:
    brucia le foglie (dead leaves), che entra dai piedi alla testa (shake your head), illumina la vista di fronte ai nostri occhi (white rays white heat), ci fa ricordare (I remember, come together and these days) e ci riporta ad oggi (today), con un'estenuante cavalcata (restless) fino al cielo (the sky) per poi lasciarci volare nei segreti (secrets) che ancora rimangono da svelare (everything is right).
    Vive le Rock

    > rispondi a @Pigment
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
> PROSSIMA >