Jadmx
Foto
0
Video
0
Concerti
0
02/05/2002 di Stefano Cristiano

Progetto fuori dalle righe, diciamolo subito. Si tratta, stavolta, di un artista emiliano, peraltro molto misterioso e sfuggente, che con lo pseudomino di Jadmx prova a coprire con la sua musica minimalista il piattume moderno delle varie top ten. L’approccio totalmente non convenzionale fa sì che il prodotto in questione appaia più come una colonna sonora che non come un classico ep con brani ‘canticchiabili’ e ‘ballicchiabili’. Niente passatempi, quindi, ma un progetto che unisce diverse macchine, qualche latta, percussioni anomale, loop sonici sia minimalisti che rumoristici ed una mente perversa che a tutto ciò cerca di dare unità e coerenza.

L’ispirazione è da scenario futurista/orwelliano e questo emerge anche dalle note di presentazione del progetto - che si autodefinisce frutto di un “musicista sintetico, nato in provetta… che ama inevitabilmente la sua destinazione sociale”.

Dal punto di vista sonoro, il tutto si presenta come un lavoro dalla fortissima valenza evocativa e suggestiva: il minimalismo ambient unito a suoni di matrice tedesca (Einsturzende Neubaten su tutti) crea un tappeto musicale molto molto piacevole ma al tempo stesso disturbante. Gelidi passaggi turbati da incursioni di suoni che increspano l’apparente piacevolezza dei solchi… sembra che tutto scorra via molto placidamente, solo che ad un tratto la rilassatezza simil new-age viene a smorzarsi, ad inacidirsi, a straniarsi.

Musica di semplice fattura, senza esagerazioni stilistiche e paturnie iper tecniche, ma eloquente quel tanto che basta per farci capire che le ‘contraddizioni sperimentali’ tra i brani non sono altro che lo specchio della realtà sociale che abbiamo intorno.

In definitiva disco non per tutti, forse per nessuno in particolare: solo una Polaroid sfuocata e parziale dello stridere esistenziale dell’uomo del terzo millennio, con tutte le indeterminatezze e le fascinazioni del caso… e molta, molta voglia di stupire!

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati