tonylamuerte onemanband DimonioColombo 2012 - Lo-Fi, Punk, Blues

DimonioColombo precedente precedente

Una sorta di busker urlante su sonorità blues sporche, polverose e tagliate con punk e noise. Non sono ammesse mezze misure: o lo si ama o lo si detesta.

Un busker incazzato che urla e sputa a voce sguaiata, quasi sempre stonata e fuori tempo. Testi assurdi e privi di qualsiasi fondamento. Sonorità blues sporche, polverose e tagliate con punk e noise. La strumentazione, di regola, è ridotta all'osso: chitarra resofonica suonata con lo slide e grancassa. L'impatto c'è, l'attitudine e il temperamento da rocker pure. L'attitudine cazzara ancora di più.

Certo il lo-fi qui non aiuta, sembra un controsenso ma in questo caso è così: dove normalmente la distorsione e lo sporco impossibile aiutano a trasmettere l'aspetto più malato e truce di un bluesmen che si incatena ad una grancassa e vi fa vedere il diavolo in persona, qui la registrazione è talmente elementare e fredda che i singoli suoni se ne restano divisi l'uno dall'altro, non c'è pasta non, c'è poco sudore, e 15 tracce son tante, ti stanchi prima di arrivare a fine disco.

E a questo punto i casi sono due: o gli manca davvero l'istinto animale (o quanto meno va risvegliato), o semplicemnete si deve affidare a qualcuno che che sappia come far suonare un suono del genere (e in Veneto, dai Mojomatics in avanti, ormai è tradizione). Bonariamente punto sulla seconda.

---
La recensione DimonioColombo di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2012-12-11 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO