PornoElettrika Tuttoquellochevuoi 2002 - Rock, Acustico

precedente precedente

E’ stato difficile decidere di estrarre ed ascoltare questo demo, sapendo che i cinque ragazzi in questione si sentono presuntuosamente influenzati da tutte le sfumature del rock. Ed è stata dura arrivare fino all’ultima traccia, e non solo per la scarsa qualità della registrazione, ma per la banalità di brani che non riescono a trovare stile e personalità, sia nelle parole che nelle melodie; il demo non segue un senso, un filo logico che possa accompagnare l’ascoltatore, insomma non c’è compattezza ‘sonora’.

La formazione afferma di comporre testi in italiano per comunicare in modo più diretto il proprio sentimento… ma “mettere insieme parole conosciute” spesso non basta, è riduttivo. In molti casi crediamo comunichi di più ciò che non è detto, il che significa che potrebbe anche bastare solo la musica. Ma all’interno di queste tre tracce, questi elementi mancano.

I Pornoelettrika sono una giovane band che sicuramente può e deve crescere; una band formata da musicisti che probabilmente hanno ancora tanto da sentire, conoscere, ascoltare e suonare. E possono contare su una voce pulita, particolare e matura come quella di Francesca, che ricorda a tratti la Odette di Maio (degli ormai ex Soon).

Aspettiamo un altro lavoro, più studiato, più sentito e ‘vivo’.

---
La recensione Tuttoquellochevuoi di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2002-05-22 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia