Elettrofandango ACHAB 2012 - Noise, Hardcore, Electro

Disco in evidenzaACHAB precedente precedente

Ottima seconda prova post-hardcore, per una band veneta feroce e intelligente

Una declinazione moderna e “provinciale” del celeberrimo episodio testamentario. Il latrato di un cane si staglia su un proscenio industriale postatomico e stranamente biblico. Questo è l’atomo hardcore-animalista, da cui prende avvio la titletrack, vociato rancore punk con tutta una serie di richiami tra NIN e Black Flag, spezzato finale postgrunge, dove trova spazio anche qualche soluzione a la Alberto Ferrari.

La band veneta confeziona per questo secondo lavoro sette sulfuree scene di crudeltà, o istanze di libertà (“Nessuno”), che hanno come perno semantico il mare e il connesso dramma di morte, senza però il porto della salvezza.

Electro con colte stilettate noise, e qualche vagito prog, in “Denti”, dove la band affina i muscoli, e una buona dose di saggezza, il che annovera il brano tra gli highlight del disco.

Prepotenti i richiami losangeleni, ma anche il jazzcore de noantri (leggi ZU) lungo le trombe ferali di “Relictual”, marcia nera, suggestiva e ben calibrata, passando per il cantautorato sghembo e scuro di "Polare".

Ottima seconda prova per una band dalle premesse più che solide. Oltre il Teatro degli Orrori, verso nuovi (ma biblici) orrori.

---
La recensione ACHAB di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2012-06-06 00:00:00

COMMENTI (4)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • peevpeev 9 anni Rispondi

    ma gli Schiele quando riscenderanno dalle montagne con le motoseghe accese in mano? mancate. sapevatelo

  • retrolover 9 anni Rispondi

    In effetti che questa band sia SENZA un contratto discografico mi sembra veramente assurdo. Dimostrano una pacca violentissima, gran tiro e parecchia originalità.

    P.s. non sono un loro amico, li ho solo visti suonare 2 anni fa dalle mie parti e mi avevano colpito. Questo nuovo lavoro mi ha convinto ancora di più, bravi!

  • schiele 9 anni Rispondi

    ottimi!
    peccato che per la stampa (anche quella che si spaccia per indipendente) che ha voce e occhi solo per i paraculati (in effetti siamo in italia) tutto quanto sia marginalmente ridotto a "provincialismo" e "denoantri".
    (cazzonoisiamodimilanoveh...)
    al secondo album ancora a parlare di premesse, bisogna per forza avere un etichetta in italia, probabilmente i fugazi non sarebbero mai esistiti dalle nostre parti (a meno che non fossero di milano e conoscessero il tipo che ha suo cugino che si fa la tipa che lavora alla rivista alla quale lavora anche il famoso giornalista musicale...)
    elettrofandango sono una band che merita: sapevatelo!

  • I.Drive 9 anni Rispondi

    OLTRE è la parola giusta.