Serif's Black Magellano 2002 - Psichedelia, Gotico, Folk

Primascelta!Black Magellano precedente precedente

Volano quasi gli Serif’s, tanto viaggiano a vele spiegate, in questo "Black Magellano", nuovo lavoro, suggestivo fin dal titolo e dalla bellissima copertina.

Trattasi al solito di folk-dark tra Nick Cave e Bregovic, tra vampiri e stupende melodie sghembe da festa paesana (con tanto di luna piena) sui Carpazi, pipistrelli e verginelle e buon vinello e che bello che bello che bello. E in "Tulipan Joe…" arrivano anche i Pixies a sedersi alla tavolata, ma di nascosto, e a chiedere salsicce e vinorosso. E anche i primissimi Litfiba, quelli zingari di "17 re", in ‘Pinocchio’, a dire che non sono esistiti invano. Questi i Serif’s, orchestrina maudit da quel di Lodi.

Le nuove canzoni , con una produzione (sembra) finalmente degna di tal nome, suonano fresche e dirette. L’affiatamento è alle stelle. Colonna sonora perfetta tanto per un viaggio tra Bratislava e Varsavia, quanto per la festa dell’unità di Offanengo.

Insomma, perfetti per la vostra sanguinaria estate.

Nasdravje !

---
La recensione Black Magellano di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2002-06-16 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia