< PRECEDENTE <
album Velia - RadioClone

RadioClone

Velia

2012 - Rock, Indie, Grunge

RECENSIONE
30/11/2012

Non fate l'errore di bollare questa band come "il solito gruppo da pub", la cover band che poi passa a fare pezzi propri. Lo scrivo perchè il nome orribile che si sono scelti e il voler cantare in italiano potrebbe indirizzare male chi si mette all'ascolto. Questi tre suonano come si deve, come tutte le band dovrebbero suonare nel caso volessero farsi un tour fuori Italia e tornare a casa senza insulti.

Poi, le canzoni: strofe, ritornelli e bridge sono davvero lontane dalla canzonetta rock, e se tiraste un po' più sotto la voce nel mix notereste meglio come i tre patiscano una passione per i Motorpsycho piuttosto evidente. Poi, la voce è bella piena, profonda. Il problema sta nell'eccessiva cura del tutto. Non c'è un solo colpo di testa in nessuno degli 8 pezzi, la cazzo di pazzia - che sia un blues malato, un trip da 10 minuti, o una tirata hardcore ignorantissima - manca la nota non prevista che ti faccia capire l'aspetto animale della loro musica.

Voglio dire, va bene andare d'accordo per più di 10 anni (nascono nel 2002), ma a volte una rissa tra amici è utile. E non dico che lo sguardo da cane rabbioso sia un requisito fondamentale del r'n'r, c'è chi si fissa con il fare rock lucido e levigato e ci investe una carriera sopra. Se questa è la strada allora aspetto la canzone belllissima che non hanno ancora scritto, se invece è solo timore o, molto peggio, desiderio di accontentare un po' tutti, consiglio di ingrassare nel peggiore dei modi, di fregarsene delle apparenze e, perchè no, qualche funghetto. Potremmo scoprire una band formidabile.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti (1)
  • sille76 15/01/2013 ore 15:03

    Ciao Raga!
    Venite a sentirci da vivo... Magari la pazzia salta fuori no?
    www.radioclone.it

    > rispondi a @sille76
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
> PROSSIMA >