Dawn To The Clouds Airport EP 2012 - Rock, Alternativo

Airport EP precedente precedente

Un ritorno all'adolescenza, astenersi cacciatori di novità

Un miscuglio di riferimenti tra i più classici che si possano immaginare, dai Nirvana in “Hulian”, ai Foo Fighters di “Drop”, fino agli Smashing Pumpkins di “no/w/here”, i Dawn to the clouds presentano poco più di un demo di quattro pezzi, tre in inglese e uno in italiano, “Scoria”, che paradossalmente si rivela il più personale e interessante della collana, dotato di un ritornello convincente e una melodia gradevole; gli arrangiamenti sono ai limiti della sufficienza, ma stupisce piacevolmente la reinvenzione di un suono per certi aspetti ormai storico, ma che in questo caso non risulta stantio.

Un altro punto a favore è che, nonostante al primo ascolto la voglia di skippare stesse facendo capolino qua e là, a un ascolto più approfondito, forse proprio per i punti di riferimento così forti, questo demo ha la straordinaria capacità di riportare (chi come me naviga nel limbo tra i 25 e i 30 anni) a un mondo fatto di ascolti adolescenziali che si ricordano con sguardo romantico e odore di camerette, sapore di primi amori e desideri di amicizia e sigarette. Astenersi cacciatori di novità, si facciano avanti gli eterni adolescenti.

---
La recensione Airport EP di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2012-11-12 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO