Laura Mars Laura Mars 2002 - Cantautoriale, Jazz, Acustico

precedente precedente

E’ un piacere inserire nel lettore cd il lavoro dei Laura Mars.

Il demo non è gradevole all’ascolto solo per la buona qualità della registrazione e del sound (c’ è sintonia fra i musicisti, la sezione ritmica è ottima ); ciò che si apprezza è la forte personalità dei brani, che riescono ad essere facilmente assimilabili ma mai “insipidi”.

Sicuramente il filo conduttore in queste sei tracce è l ‘ eleganza e la raffinatezza; “Movimenti stanchi” è un ottimo esempio: un pezzo d’ atmosfera, che parte lieve e sottile per crescere, insieme alla voce di Laura Rebuttini, che sa incastrarsi con sentimento e passionalità nelle note e nei testi: i brani non sono solo cantati, ma interpretati, come poesie: risi, pianti, sussurrati. Si scosta dall’ intenzione generale del demo “Sull’ onda”, molto più rockeggiante, immediata, diretta: ha tutte le carte per diventare una hit radiofonica.

Una parola va spesa sui testi (quasi interamente composti da Laura Rebuttini ed Erik Montanari): degli autentici esempi di stile, metricamente perfetti .

I Laura Mars non si sforzano di essere particolarmente pomposi, piuttosto puntano su una semplicità che non annoia, unendo atmosfere mediterranee ed orientaleggianti ad un rock melodico ben “costruito”.

Il cd è un trascinate viaggio di emozioni da ascoltare e riascoltare.

---
La recensione Laura Mars di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2002-07-15 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia