Boris Ramella Per pura comodità 2012 - Cantautoriale, Pop

Disco in evidenzaPer pura comodità precedente precedente

Pop che guarda agli anni novanta, ben fatto e rifinito

Quattro canzoni che galleggiano negli anni novanta, in quella che, ai tempi, era la nuova musica d'autore italiana. Daniele Silvestri, Niccolò Fabi, Samuele Bersani. Canzoni leggere e delicate, con lo sguardo fisso al pop. Questo, in poche parole, l'orizzonte lungo il quale si muove Boris.

Delle quattro tracce di "Per pura comodità", si fanno notare soprattutto "Temporali estivi" e "Marzapane". Due pezzi più che interessanti, che funzionano e dimostrano che Boris sa maneggiare con facilità gli elementi del pop. Visti i riferimenti elencati in precedenza e - soprattutto - vista l'adesione pressoché totale a un vero e proprio mondo musicale, per farsi notare davvero sarebbe servito qualcosa di più forte, qualcosa in grado di lasciare subito un segno.

Ecco, a "Per pura comodità" manca questa caratteristica. Ma scorre bene, fa sorridere, coinvolge. Poco male, quindi. Anzi: bene così, per il momento, anche perché rimane il fatto che se gli EP d'esordio fossero di questo livello, tutto sarebbe più facile.

---
La recensione Per pura comodità di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2012-10-04 00:00:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia