andy malloy band Madre 2012 - Grunge, Post-Rock, Shoegaze

Madre precedente precedente

Non è un disco della maturità, ma risulta comunque molto piacevole e ben definito

"Madre" degli Andy Malloy Band, è un disco che si muove con una buona dose di sicurezza, lungo tragitti che, seppur già percorsi da molti altri, in più di un'occasione è riuscito a stupirmi positivamente: ho rintracciato in esso alcuni interessanti flussi che possono far sperare in meglio per le prossime produzioni del terzetto romano che naviga tra grunge alla Pearl Jam e alt-rock alla Placebo. Il disco parte molto bene, con un saggio uso di riff distorti e relative derive di feedback, miscelate con chitarre crunch. Una buona tecnica, ben accostata ad un orecchio melodico degno di nota, contraddistingue tutta la sezione iniziale del lavoro. Bella "Crocodile", dalla quale si evince la poliedricità della banda, dalla quale si riesce ad evincere la poliedricità della band, per quanto riguarda l'utilizzo e la ricerca di suoni eterogenei: la voce di Andrea Faggiano galleggia in un oceano di delay, agitato da un veloce pizzicato di chitarra. Certo non è un disco perfetto, manca in originalità e certo pecca di una malinconia per stagioni musicali ormai andate. Nonostante disti anni luce da quello che definirei un disco “maturo”, la strada intrapresa sembra essere quella giusta.

 

---
La recensione Madre di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2012-09-12 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO