< PRECEDENTE <
RECENSIONE
17/11/2012

State cercando una band per la festa della raccolta delle olive? Per la castagnata? Per la prima mescita del vino novello? Per la rassegna “Musiche vagabonde”? Le band adatte all'uopo non sono mai mancate, e da un paio d'anni potete prendere in considerazione anche i Matti delle giuncaie.

Che sono folk si capisce già dal nome, hanno fatto un album dal programmatico titolo “Iappappà”, hanno suonato prima di Gogol Bordello e Modena City Ramblers, e adesso escono con questo ep, prodotto da Erriquez della Bandabardò e intitolato “Il bagno nella canapa”.

Sarebbe meraviglioso se un gruppo che si presenta con questi presupposti si scoprisse poi fare dark wave o techno, ma no. Il tocco personale è dato dall'assenza del cantato – tranne che nella title-track – per il resto i Matti fanno con onestà e divertimento esattamente quello che ci si aspetta: mandolino spiegato e folk zumpappà (o iappappà), immaginario da climi caldi e balli popolari, suoni e ritmi da sud Italia, Sudamerica, Caraibi. La festa in piazza può cominciare.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >