EXP (E.X.P.) Pachamama 2002 - Rock'n'roll, Psichedelia

Primascelta! precedente precedente

Ascoltando il debutto sulla lunga distanza dei senesi E.X.P., viene da maledire tutto ciò che il mercato commercial-musicale nostrano ci propone, con una frequenza impressionante di artisti davvero poco meritevoli di comparire tra gli scaffali dei negozi di dischi. La formazione 'intergalattica' della quale argomentiamo, è una perfetta macchina psych-stoner da guerra, che non sfigura con le più altisonanti produzioni americane e nord europee, che rappresentano il fulcro della heavy psichedelia moderna. Quello di “Pachamama” (che in lingua indio cilena significa 'Madre Terra') è un viaggio lisergico tra le radici del genere estirpate dagli anni sonici (settanta) e monumentali muri di chitarra acid-fuzz che farebbero impallidire anche chi (Monster Magnet) ne ha fatto una ragione di vita.

Gli E.X.P. possono dunque considerarsi figli di una desert session, di una eterna jam cosmica, di una scarica elettrica condotta da qualche vecchio vinile marchiato Blue Cheer ed MC5, non tralasciando la personale esecuzione (grande la fuzz guitar di Nico Cascino) sia strumentale che vocale (Bimbi meets Garcia). Il tributo agli straordinari seventies, viene fatto sotto forma di cover della leggendaria “Kick out the jams” degli MC5 (appunto...), mentre il resto di “Pachamama” vi lascerà senza fiato, un volo privi di conoscenza tra galassie lontane, mentre continuerà a risuonare da lontano il grido degli E.X.P. … sciamani del nuovo millennio!

---
La recensione Pachamama di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2002-10-25 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia