Piatcions Heaven's Sins EP 2013 - Sperimentale, Psichedelia, Shoegaze

Disco in evidenzaHeaven's Sins EP precedente precedente

Grandissimo space rock, in linea con ciò che si muove all'estero.

C’è una scena di “Animal House” che ha segnato la mia lontana giovinezza in modo indelebile: quella in cui John "Bluto" Blutarsky sfascia la chitarrina plin plin del palloso e smidollato cantautorino di turno. Ascoltando questo nuovo lavoro dei cazzutissimi Piatcions ho sognato che i quattro piemontesi possano fare lo stesso con la valanga di odierni cantautorini flebili e sbarazzini la cui esistenza mi affligge non poco.

Quello dei Piatcions è infatti furioso, sacrosanto, delirante così come dev’essere, rock. Per l’esattezza space rock. Se nel precedente lavoro “Senseless>Sense” il riferimento era allo shoegaze dei fondamentali Telescopes, autori di perle oscure come “Celeste” o “Precious Little”, stavolta la ricerca dei Piatcions si sposta alle radice dello shoegaze, in quello space rock che fu portato a perfezione dai maestri Loop di Sua Maestà Robert Hampson, fin dal titolo dell’Ep, “Heaven’s Sin”, che richiama quello del primo album della formazione britannica, “Heaven’s End” (per non parlare del terzo brano, “Reel Loop”). La ricetta base da cui i Piatcions muovono per confezionare la loro stordente acqua di fuoco è la stessa usata dai britannici a metà degli anni 80: giri di basso minimali e teutonici, figli della lezione dei Can, ritmi tribali e furiosi della batteria, tonnellate di feedback chitarristici acidi e stravolti. Tre grandi brani che ci ricordano cos’è il rock e cosa si può e si deve fare con esso, e che, visto il recente clamore sollevato dalla pubblicazione del nuovo album dei My Bloody Valentine, giunto a coronamento della nuova ondata shoegaze (denominata “nu gaze”), pongono i Piatcions tra i pochissimi artisti italiani perfettamente allineati con le tendenze internazionali in tempo reale. Sarà anche che questo disco è stato registrato a Londra, ma suona proprio inglese. Ed è un enorme complimento. 

---
La recensione Heaven's Sins EP di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2013-02-22 00:00:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • faustiko 8 anni Rispondi

    Spettacolari!