20/03/2013

Formatisi meno di un anno fa, i piemontesi Tag My Toe (Fabrizio Zortea alla voce e Riccardo Stura alla chitarra) si presentano alla prima prova discografica: “This Fear That Clouds Our Minds”, undici tracce autoprodotte.

E' un disco che risente fortemente delle influenze e dei passati artistici dei due biellesi: la matrice di base sono gli episodi più acustici degli Alice in Chain che si ambientano in scenari western di morriconiana memoria; una carta d'intenti audace (viste le attuali direzioni dei gusti musicali) che però non trova un feedback completo nella pratica. La performance vocale di Zortea ed i tappeti melodici di Stura risultano snodarsi in modo compatto lungo i 44 minuti di questo album, troppo compatto per regalare i necessari scossoni che sono imprescindibili nel coinvolgimento totale dell'ascoltatore. In quest'ottica, "Turns to Black" si presenta come uno spartiacque sia per la sua posizione nella track-list, sia per la linea vocale effettata che si palesa come autentica acqua nel deserto per le orecchie di chi è completamente immerso (ma forse anche un po' annoiato) nelle note sporche di sabbia e whisky. Fa il paio con "Grey", miglior episodio del lotto grazie ad un'ottima pronuncia inglese ed un testo che funziona, ben inserito tra le sovrincisioni di chitarra.

I Tag My Toe hanno scoperto le proprie carte con un prodotto lineare, ben eseguito ma che manca di quel fattore in più che avrebbe reso l'opera prima del duo una perla. Resto in attesa di un secondo episodio più personale, originale, spoglio da canoni.

---
La recensione Tag My Toe - Recensione - This Fear That Clouds Our Minds di Giandomenico Piccolo è apparsa su Rockit.it il 17/08/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati