XMary Allucinazioni lucide 2002 - Pop, Hardcore, Easy-listening

precedente precedente

Gli X-Mary sono un gruppo di culto nell’underground lodigiano e ha voluto mettere su un supporto duraturo l’intero repertorio - non penso che quel “best of” presente sulla copertina del disco voglia dire quello che vuol dire, a meno che i nostri non abbiano una discografia di mole zappiana - basandosi sfortunatamente su registrazioni live dall’esito a dir poco incerto. La qualità del supporto è infatti così bassa che alcune delle innumerevoli tracce sono appena percepibili tra fruscii vari, mentre le parole rimangano poco più che rumori. Peccato davvero, perché da quel poco che ho capito, i Nostri si muovono con interessanti risultati nel territorio hardcore, mettendo insieme pezzi di durata esigua, incazzosi, violenti e beffardi che ricordano gli Skiantos di “Eptadone”.

Si percepisce la carica live e l’impatto sul pubblico, si percepisce un certo mestiere, si percepiscano molte cose, ma rimangano solo a livello di percezione. Consiglio: registrate una serata in maniera decente (un disco in studio non darebbe l’idea della dimensione più congeniale, quella live), magari senza metterci dentro 42 pezzi (maledetti voi!!!), e ripassate che m’avete incuriosito non poco.

---
La recensione Allucinazioni lucide di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2002-11-13 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia