ErgoSum Furto e altri crimini (demo) 2002 - Alternativo

precedente precedente

Non me ne vogliano gli ErgoSum, che senz’altro avranno speso tempo e impegno nella registrazione di questo “Furto e altri crimini”, ma il loro ep è facilmente liquidabile in poche battute: una manciata di canzoni strumentalmente valide ma registrate con un suono un po’ ‘cartonato’ che pregiudica totalmente la resa delle sezioni più energiche dei pezzi. Una scrittura non mediocre, ma nemmeno dotata di guizzi particolari (il genere di riferimento è il rock ‘moderno’ nell’accezione più larga, che comprende tanto i Red Hot Chili Peppers quanto i Tool, o gli immancabili Marlee Kuntz, con una predilezione per i lati più accessibili di questo spettro sonoro), e, maggior difetto del mini (a parte certi assoli che più che ‘fare fico’, mi sembra appesantiscano i pezzi, opinione assolutamente personale), un cantato decisamente limitato rispetto alle altezze e all’espressività che vorrebbe raggiungere, accompagnato per di più a dei testi che dimostrano quanti danni abbiano combinato i vari Godano & C. in molte zone del panorama ‘sotterraneo’ italiano.

Non voglio suonare strafottente, ma dico: non basta infilare due o tre frasi difficili, oscure o simil-poetiche per avere un testo evocativo – peraltro le parole delle canzoni si possono leggere nella sezione ‘interattiva’ del cd, carina ma forse superflua (biografia del gruppo, video di “Due minuti”e altre amenità).

Insomma, come si dice in questi casi: diamogli tempo per crescere e aspettiamo il prossimo giro.

---
La recensione Furto e altri crimini (demo) di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2002-12-03 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia