26/05/2014

Basta poco più di un quarto d’ora per farsi un’idea; anche meno per fare un passetto indietro, visto che degli Psycho Frog abbiamo già recensito il passo successivo. Fa strano? No: questi sono gli “Early recordings”, qui non si ragiona in termini di consequenzialità temporale. Non serve perché questi sette pezzi messi in fila servono esattamente a fare, anzi, a farsi (…) quello che c’è scritto all’inizio: un’idea.

Da dove vengono gli Psycho Frog? Dalla provincia di Bari così come dall’hardcore statunitense. Dal rocchenroll. Dal College Rock. Dal punk. Dal surf. Dal garage. Dall’Italia con le All Stars che registra con poco tempo zero soldi e che ama ascoltare i vinili perché le cose nere e rotonde girano nettamente meglio di tutte le altre. Sound grezzo, divertente, vagamente sbronzo, dritto al punto; sporco ma non lurido, dal sapore meravigliosamente vintage e con un tocco lisergico. Del resto, se ti metti a leccare le rane…

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati