< PRECEDENTE <
album

recensione Stanley Rubik "lapubblicaquiete"

2013 - Sperimentale, Elettronico, Alternativo

RECENSIONE
09/05/2013

L’EP è composto da tre tracce: la prima, “Abuso”, è caratterizzata da un beat elettronico sul quale si appoggia una voce affollata di effetti e di reverberi improvvisi. La seconda, “Pornografia”, mette in risalto le doti del cantante, un ottimo esempio che, dietro un testo apparentemente semplice possono celarsi i significati più diversi. L’ultimo pezzo, “Vademecum”, inizia con uno squillo di telefono ruvido ed estremamente distorto, un manuale dai mille volti, il pezzo più lungo e “agitato” della band, il testo anche in questo caso è contorto e articolato. Il brano è il più riuscito della band. Dà una visione d’insieme dell’opera, alla fine dopo tutti i tormenti la pace si può trovare, una speranza per loro (e forse per noi).

L’ep è stato prodotto da Alessandro Sgreccia (Velvet) e si sente, il sound è a metà strada tra la scuola elettro-rock inglese e i nostrani Subsonica. Consigliato.

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani