< PRECEDENTE <
album 16 minutes (ep) - On

recensione On 16 minutes (ep)

2002 - Sperimentale, Rock, Psichedelico

RECENSIONE
22/01/2003

Interessante la copertina e la confezione di questo ep (di soli 4 brani: misura aurea, a giudizio di chi scrive, per demo e autoprodotti); ricco di informazioni utili e illustrative il sito - peraltro non proprio straordinario a livello di grafica -; chiare le coordinate entro le quali il gruppo comasco intende muoversi.

Gli ON si trovano nella non facile situazione di ‘limbo’ comune a molti gruppi - forse poi non così tanti, vista la media dei gruppi di base - quando possono mettere in gioco ottimi riferimenti ispirativi, una certa esperienza live e un già cospicuo numero di autoproduzioni, hanno voglia di impegnarsi seriamente, fanno intuire una certa “genialità”, possiedono indubbiamente anche delle idee interessanti, non disdegnano qualche sperimentazione mai fine a se stessa peraltro, ma… ma mancano di quel qualcosa che permetta loro di abbandonare lo status di gruppo emergente e di dimostrare la maturità che accompagna un gruppo emerso (che non significa, comunque, affermato).

Ce la caviamo con tre parole: produzione artistica adatta. È questo ciò che gli ON devono trovare. La crescita e la maturazione che ne conseguono riuscirebbero a limare i punti deboli: il non perfetto inglese del cantato, per esempio; certe pecche in suoni e registrazione, dovute - crediamo - più alla limitatezza dei mezzi che non a un approccio lo-fi ormai decisamente fuori luogo; qualche mollezza di troppo (“Conclusion”) che rimanda ai Muse quando invece dovrebbero venire evocati, anche se molto lontanamente, i Radiohead.

Ma, soprattutto, un’oculata produzione artistica esterna potrebbe valorizzare quei punti di forza quali la commistione di elettronica ritmata e intensità espressiva (“One and one is”) o la complessità compositiva, magari un po’ ridondante ma mai insulsa (“To be continued”), in cui si sente - volentieri, sia chiaro - tutta l’influenza pinkfloydiana del Roger Waters di “The Wall”. Sostanza ce ne è; lavoro da fare, anche. Non è proprio il caso di tirarsi indietro ora.

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti