Fobia Ieri oggi e domani 2001 - Cantautoriale

precedente precedente

Veramente introspettivo questo prodotto dei Fobia, progetto capitanato dall' autore Alessandro Bider, che dedica questo "Ieri oggi e domani", suonato tutto chitarra acustica e voce (con qualche sporadico colore di violoncello e di flauto), a una donna di nome Giulia, protagonista assoluta di ogni testo di questo cd.

Le atmosfere presenti nel lavoro sono talvolta di grande suggestione, ricordando a tratti melodie di voce celtiche (come in "Canzone per Giulia" e in "L'odio al nulla") e a tratti passaggi chitarristici in stile Battisti al massimo della tristezza (come in "Tormento vitale" e in "Vaniglia"). Ma la tonalità perennemente minore dei brani - e la ripetitività delle soluzioni esclusivamente chitarra acustica-voce - danno una piattezza irreversibile al lavoro. Al tutto si aggiunge la monocromaticità della voce e delle liriche (esclusivamente incentrate su sofferenze d' amore), e una registrazione a dir poco amatoriale, che fanno di questo "Ieri oggi e domani" un lavoro di grande spirito e di grande sentimento, non supportato però da certezze vocali, strumentistico-organizzative e di arrangiamento, rimanendo quasi sempre sospeso nell' agrodolce limbo della noia, sconfinando solo a tratti nel turbamento e nella tristezza, apparente vero obbiettivo dei Fobia.

---
La recensione Ieri oggi e domani di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2003-01-24 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia