Parix WOW EP 2013 - Pop

Disco in evidenza WOW EP precedente precedente

Il punto è: adesso che il ferro è caldo battiamolo a dovere. Parix è uno di quelli che avrà speso la propria adolescenza a stare attaccato ad Mtv, e ora prova a raccogliere tutti i frutti del tempo passato davanti a Nelly in combo con Kelly Rowland, Busta Rhymes che faceva le fusa a miss Mariah, P. Diddy, R. Kelly, e metti in mezzo pure Mary J. Blige che tanto non stona mai.

Insomma, dietro c'è una produzione seria, la mano di Shablo, quella di Fritz Da Cat nel beat del singolo, i violini di Rodrigo D'Erasmo, una prossima opening per Fabri Fibra, e un ragazzo che, a poco più di 20 anni, sembra avere chiare le idee su sin dove riuscire a stendere la sua ugola d'oro. Come Andrea Nardinocchi, per fare l'esempio più vicino, ma senza la stessa dose di genio e sregolatezza. Parix sembra molto più quadrato, anche a livello di personaggio (costruito sino ai minimi dettagli, che pare pure un po' farlocco), però ha dalla sua la dote del polistrumentismo e fai-da-te completo. Sei tracce + un intermezzo, tre sono buone ("WOW", "Quello che non c'è" e "Mai alle feste"), le altre da cestinare o quantomeno rivedere in toto. La stoffa per diventare il prossimo singer pronto a far sciogliere il cuore di metà dello stivale però ce l'ha, e bastano certi momenti, certi passaggi per capirlo. Deve smussare giusto gli angoli e caricarsi di coraggio, voglia di osare e credibilità (e con questo nome non è facile). E poi scrivere la sua personalissima "Xdono". In bocca al lupo.

---
La recensione WOW EP di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2013-06-26 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO