< PRECEDENTE <
album Backgrounds - Dryleaf

recensione Dryleaf Backgrounds

2013 - Acustico, Electro

RECENSIONE
19/07/2013

Nick Drake, lo svedese-argentino José Gonzalez, i Wild Nothing e i Blonde Redhead (giusto?). Se uno non sa che questo è un disco di cover e non ha magari come artisti superpreferiti quelli appena citati, è probabile che ascoltando i Dryleaf abbia costantemente la sensazione di dejà-vu. Questo gruppo di Ficarazzi, paese stretto tra Palermo e Bagheria, ha scelto per bene le canzoni da portare in giro. E non si può dire che non abbiano gusti raffinati. Sono la dimostrazione che una cover band può essere fatta anche con stile. E che non tutte le cover band sono uguali, per fortuna. Un tocco di riarrangiamento c'è e i brani, alla fine, scorrono bene. 

Hanno pubblicato già un disco di inediti, in questo, si sono voluti cimentare con musicisti a loro cari. Ma son sempre cover...e forse funzionano più dal vivo, che su disco. Preso atto di questa parentesi, consigliamo quindi un rapido ritorno a nuovi brani inediti, per farci vedere cosa sanno fare davvero.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >