I Robot Australia 2013 - Rock

Australia precedente precedente

Rock di buon livello, un disco che si fa ascoltare con piacere

Un bel dischetto di rock tout court, “Australia” dei Robot non entra in pole position tra i dischi che rivoluzioneranno i nostri ascolti, ma si difende con un sound attuale e brani ben scritti che invogliano a premere play ripetute volte.
Le coordinate sono quelle di un garage rock sporcato di lo-fi (“Australia”), begli intrecci di chitarre con un cantato convincente vicino alcune volte al punk, altre allo stoner (“Dei baci che darò”), e ancora di grunge (“Lucifero”).
Le melodie danno a questa sfacciataggine elettrica un tocco pop e cantabile (“La casa”), e i testi convincono nel 99% dei casi, con qualche caduta di stile in frasi un po' sempliciotte tipo “Quanto ho fatto è stato solo per / quello che c'è fra me e te / rimarrai per sempre la mia piccola / quel che è certo è che mi mancherai / ma non ho da recriminare niente / lo giuro”.
In conclusione, rock di buona fattura che non scontenterà di certo orecchie di diverse estrazioni.

---
La recensione Australia di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2014-03-25 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO