< PRECEDENTE <
album Cerchi Concentrici - Jerry Mangoni

recensione Jerry Mangoni Cerchi Concentrici

2013 - Progressive, Elettronico, Ambient

RECENSIONE
15/05/2014

A volte rimango stupefatto, come un bambino, davanti ad opere come questa. La costanza e la passione per il cesello che deve infuocare un uomo per riuscire ad ultimare una produzione del genere devono essere forti. Un disco ricco di sfumature e di sottili trame che si intersecano, percorsi di riferimenti sonici tra il krautrock d’annata ed il primo prog, lambendo sia viottoli che intercorrono tra Morricone e Nyman che i torrenti rigogliosi della musica new age. Non solo synth e programmazione coinvolti nel progetto ma anche chitarre, contrabbasso, flauti, oboe e voci. Ogni elemento è appoggiato sulla partitura con mano leggera, incastrandosi nei moduli sonori, facendo attenzione a sovrastare gli altri ma fondendosi nel mix singolo brano, in un continuo processo di accumulo e sottrazione. Nel complesso la trama dell’intero lavoro è molto flebile e sembra un filo sempre sul momento di spezzarsi ma questa fragilità ne è ciclicamente motivo di forza per tenere avvinti fino alla fine. Chiudere gli occhi, ascoltare ed aspettare: il tasto play è qui affianco.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti (1)
  • Jerry Mangoni 19/05/2014 ore 11:13

    ehi!!! troppo buono!!! ti ringrazio tantissimo per la recensione!!! un abbraccio forte!!

    > rispondi a @jerry
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
> PROSSIMA >