< PRECEDENTE <
album Safe in Their Alabaster Chambers - APASH 2012

recensione APASH 2012 Safe in Their Alabaster Chambers

Under My Bed Recordings 2013 - Strumentale, Sperimentale, Noise

RECENSIONE
05/12/2013

Safe in Their Alabaster Chambers è un tributo alla poetessa americana Emily Dickinson. Sei tracce, tre gruppi provenienti da luoghi diversissimi e lontanissimi (Stati Uniti-Serbia-Italia ), accomunati solamente da una singolare attitudine intimista e ovviamente dall'interpretazione dell'omonima poesia presente in questo lavoro.

I due pezzi di Apash 2012 mostrano tutto il suo consolidato talento nel creare melodie ispirate e minimaliste. Le tracce funzionano grazie ad accorgimenti poveri e pochi suoni basici. Una chitarra appena toccata, qualche rumorismo ricavato da utensili da cucina e una voce delicata ma decisa, sono gli elementi utilizzati per creare pochi minuti inondati di contemplativa solitudine.

L'assenza studiata di qualsiasi elemento superfluo rende i due pezzi di una bellezza quasi ecumenica, da ascoltare in un religioso silenzio. Nulla è lasciato al caso ed è l'ulteriore conferma che quando c'è il talento non servono peripezie particolari. Un'altra prova significativa per Fabio Armando Patini.

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani