Trust No 1 Gentle is the silence 2003 - Indie, Grunge

precedente precedente

In compagnia di PJ Harvey, i Trust No.1 partono per un viaggio di sola andata verso Seattle, alla ricerca della loro infatuazione grunge, figlia delle pulsioni primordiali di inizio anni '90. Le radici sono fin troppo solide e rischiano di prendere il sopravvento su qualsiasi tentativo di spiccare un volo libero e autonomo. La stessa scelta di scrivere in inglese si rivela, talvolta, un limite espressivo che sottrae personalità a composizioni sempre a rischio di eccessiva derivazione, ma non è l'innovazione il punto di arrivo di questi ragazzi, piuttosto la ricerca di una propria ispirazione all'interno di un mondo gia costruito da altri. Non dettare nuove regole, semplicemente raggiungere una forma di bellezza con quelle gia precostituite da altri e, in questo, la loro attitudine li aiuta nel complicato intento di rimanere credibili anche cimentandosi con sonorità apparentemente fuori tempo massimo.

I cinque brani dei Trust No.1 ripercorrono e sintetizzano alcuni tra i migliori momenti grunge, aggrappandosi ad una lussuosa voce femminile, in un impasto sonoro che alterna ruvide torsioni chitarristiche e aggraziati fraseggi ritmici. Così, pur non gridando al miracolo, è lampante che 12'0'clock sia una perla rubata ad una musa ispirata e che Red Concrete sappia marciare con un passo limpido e avvolgente attorno alla vocalità.

Il concetto di capolavoro è ben lontano, ma è evidente che i Trust No.1 abbiano la rara capacità di viaggiare con naturalezza alla ricerca di belle canzoni. Ascoltateli.

---
La recensione Gentle is the silence di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2003-03-10 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia