07/04/2014

Macandthebee dei Mac and The Bee è un disco che riesce a spaziare con estrema facilità dal rock all’ elettronica, passando per lo stoner, al dub, l’heavy metal e tanto altro ancora. E tutto ciò è dovuto alla sostanziale differenza di background da cui provengono i tre membri del gruppo ed alla comune volontà di realizzare degli “sfoghi di elettronica brutale” che, col passare del tempo, hanno preso una connotazione ben precisa. Ci sono “Care.Stare.Learn.” e “Seascapes”, pezzi di matrice rock scandinava, “Starving”, decisamente new wave con dei risvolti alternative, “Fucking maniac”, elettronica e nu metal, “Bumping on your legs”, sperimentale con falsetto alla Matthew Bellamy, “The Robot”, incrocio tra la dnb dei Pendulum, il big beat e il rock elettronico. Il pezzo che mi ha colpito di più è “The last one” che racchiude un po’ tutti questi aspetti con l'aggiunta di sfumature orchestrali. Il tutto si chiude con lo sfumato di “Sweet home”, a lasciarci in attesa di un seguito.

La varietà dei brani in questo caso non porta assolutamente ad un lavoro discontinuo e disomogeneo, ma mostra invece le molteplici sfaccettature e l’alto potenziale dei Mac and The Bee. 

Commenti (1)

  • Macand TheBee 07/04/2014 ore 12:20 @MacandTheBee

    Commento vuoto, consideralo un mi piace!

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati