Nasty Laugh Punkrock Backyard EP 2007 - Hardcore, Punk rock

Punkrock Backyard EP precedente precedente

Punk rock melodico un po' emo. Una band che cerca ancora una propria personalità

Punk rock melodico alla Green Day, chitarre spianate, basso frenetico e batteria a cannone. Per gli amanti del genere può rivelarsi un buon disco. Il lavoro ha già sette anni di vita e si sentono (oltre a farci domandare perchè volere una recensione oggi). I brani hanno linee di arrangiamento e cantato metodiche (“Boring”), dove le uniche “devianze” stanno in qualche coro che si intreccia con la voce principale (come in “Faith”) e in alcune strofe interpretate al megafono. Il risultato è particolarmente piatto e anche la voce, sempre precisa, pulita e intonata, risulta quasi fredda (“Overturned”). In questa uniformità di sound spiccano “Incomprehensible”, che ha una grinta e un piglio notevoli, e “Song for L”, una ballata acustica, bella e delicata.

Da un lato con questo album i modenesi Nasty Laugh vogliono proporre un punk in stile californiano, dall'altro sono naturalmente portati a dare peso a testi, anche impegnati, e  finiscono per produrre un punk che definirei “emo” (“Derrik”, "Hurt"). Nel disco la band sembra ancora alla ricerca di un'identità precisa: bisognerebbe aggiungere un po' di sana imprevedibilità, in un genere come il punk, sempre uguale a se stesso da quarant'anni, diventa quasi una scelta obbligata.

---
La recensione Punkrock Backyard EP di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2014-09-09 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO