Duo Bucolico FURIA LUDICA 2014 - Cantautoriale, Alternativo

FURIA LUDICA precedente precedente

Musica demenziale, senza se e senza ma

Alla fine degli anni ‘80, a Monza, c’era un gruppo che si chiamava Gli Etiopi. Rock tranquillo, cantavano di ragazze che puzzavano terribilmente, di suore schiaviste e di problemi di evacuazione. Musica demenziale, senza se e senza ma. Esattamente come quella del Duo Bucolico, che racconta storie simili su musiche che spaziano tra folk, reggae e canzone popolare. In brani come “La bega dei cani” o “Il mezcal” si viaggia su giochi di parole e rime improbabili, mentre un pezzo come “Alleluia” racconta la dura vita di un uomo attratto da una suora (in senso prima metaforico e poi no). Le canzoni riescono anche a far sorridere, ma non sono certo dei capolavori di ironia e umorismo, esattamente come le canzoni degli Etiopi quasi trent’anni fa.

La differenza è che ai tempi quei pezzi giravano di mano in mano su cassette copiate all’infinito, oggi sono ascoltabili da tutti. Senza nessuna nostalgia per il passato, forse era meglio come andava a quei tempi: canzoni di questo tipo funzionano meglio quando fanno parte di un mezzo culto sotterraneo. Senza un ascolto “di gruppo”, di tipo quasi comunitario, sparisce la parte più divertente, quella del darsi di gomito e del ridere insieme. Se riusciste a far ascoltare questo disco a dieci vostri amici, sarebbe tutta un’altra cosa. Garantito.

p.s. Gli Etiopi esistono ancora, ogni tanto suonano in giro.

---
La recensione FURIA LUDICA di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2014-05-09 00:00:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • psic 8 anni Rispondi

    Che io sappia si fanno chiamare DUO e non buo!