Nothing For Breakfast Nothing IIII Breakfast 2014 - Indie, Pop rock

Nothing IIII Breakfast precedente precedente

L'EP d'esordio di una band già consapevole dei propri mezzi

“Nothing IIII Breakfast” è l'EP d'esordio dell'omonima band, un lavoro curato ed interessante ricco di sfaccettature. Un pop che mantiene l'evanescente e malinconica spensieratezza delle formule artistiche indie di gruppi come i salernitani A Toys Orchestra. Pacati bassi, talvolta in lievissimo overdrive, stuzzicano le melodie pulite di chitarre e pianoforte in sottofondo, permettendo alla band di non risultare troppo smielata; la voce, quasi sempre coronata da cori riverberati, gioca un ruolo fondamentale insieme alle chitarre ritmiche distribuite con un articolato sistema di panning: l'anima del gruppo sta in questo, nella riproduzione di un'atmosfera, di un concetto, più che nella stesura di un singolo dopo l'altro. Quello dei Nothing For Breakfast, nonostante sia un esordio, è un concept già preciso, di una band che crescerà ancora.

C'è da dire che molti spunti all'interno dell'album riconducono in maniera istantanea alla ricetta artistica dei sopracitati cilentani, citazioni (probabilmente involontarie) che si leggono tra le righe “Yes it's ok” o “Stranger”, le prime due tracce di “Nothing IIII Breakfast”. Accordi ed intrecci d'oltre Manica sbarcati nella nostra penisola da un po' di anni come le chitarre di “Mrs Queen” e “Drunk Shoes”, un revival britannico dei primi anni 2000 in chiave indie-rock moderna. Un EP interessante, sei tracce di un gruppo che indubbiamente possiede un'ottima padronanza dei propri mezzi, curato nelle melodie, riverberate per saturare l'aria di un'atmosfera che, tuttavia, necessita ancora di una firma più pronunciata e nitida.
In bocca al lupo.

---
La recensione Nothing IIII Breakfast di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2014-04-08 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO