< PRECEDENTE <
album It takes a while - EP - Maneras

Maneras

It takes a while - EP

2013 - New-Wave, Indie, Punk rock

RECENSIONE
13/01/2015

“It Takes A While” è il primo lavoro dei Maneras, quartetto di Imperia attivo dal 2006 che ha maturato una discreta esperienza dal vivo, in apertura a diversi nomi importanti dello stivale. Il lavoro è composto da sei brani che a modo loro funzionano, se si mette da parte qualche tratto ancora acerbo, ma che sono anche abbastanza derivativi e disomogenei. I Maneras hanno alle spalle una lunga carriera come cover band; la decisione di provare a mettere se stessi e la propria esperienza musicale in un prodotto inedito è lodevole, ma qui forse sono ancora troppo pregnanti le influenze del mare di cover che i quattro avranno attraversato negli anni. L’indie prepotentemente à la Bloc Party della opener “Walking On A Sinkhole” e quello più radiofonico della conclusiva “Weeps And Idiocies”, il punk rock agrodolce di “Reflections”, le chitarre grezze di “Uplift Yourself”, a metà fra il punk ’77 e il garage stile The Hives, a tratti danno l’impressione che l’album sia la rielaborazione in forma di inediti di una generica scaletta di cover, o che, comunque, in questa tracklist non ci si trovi molta più personalità. C’è anche del buono, certo: le sonorità new wave disegnate spesso dai riff di basso sono una punta di colore molto piacevole e il lavoro delle due chitarre, pur nella sua semplicità, merita una menzione positiva, ma mancano ancora una personalità e uno stile ben definiti o almeno la maturità e la consapevolezza per metterli adeguatamente in risalto in sede di songwriting.
E qualche buona traccia concreta da seguire per il futuro, in fondo, la si trova: per esempio “Stranger Ways”, un pezzo di punk rock roccioso che non solo riesce a infilare un buon chorus a più voci dritto nella testa dell’ascoltatore, ma che, pur essendo abbastanza classico, mostra un suono e un approccio alla costruzione del pezzo più personali che nel resto del lavoro. Non so se è già abbastanza per costruire un’identità musicale personale e definita, ma sicuramente è qualcosa su cui lavorare, sperando nel prossimo giro.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >