< PRECEDENTE <
RECENSIONE
10/09/2013

Rapstar, haters o eroi del genere… Ma esistono ancora dei guerrieri nel rap italiano? Parlo di quelli su cui non si punta, perché quando lo fai significa che stai giocando e qui c'è gente che non gioca. Caneda è uno di questi guerrieri, uno che nonostante gli anni di militanza e il talento non trova facilmente posto sulla bocca di tutti, se non per il chiacchierato collaterale ritorno alla Dogo Gang, o meglio il feat con Guè Pequeno nel pezzo "Il ragazzo d'oro". Eppure le orecchie dei più attenti le ha trovate: dopo l'ultimo album "Neda si sveglia a mezzanotte" dove il rapper aveva dimostrato un eclettismo musicale notevole, Caneda torna con un nuovo singolo dal titolo "Il cacciatore di draghi" in collaborazione con lo stimato producer Shablo. Ce la faranno i nostri eroi? Anche Caneda sembra chiederselo all'inizio del pezzo, prima di tornare sul ring a combattere, anzi in mezzo al lago. Se la vittoria contro il drago non sembra essere certa, quello di cui possiamo fidarci è l'unicità della voce del rapper: profonda e provata, raschia ruvida sulla base perfettamente costruita da Shablo, che giocando con misticismo e distorsioni spinge a collocare Neda più vicino a una rapstar come Rick Ross che a uno dei nostri militanti del genere. Un'ottima produzione quindi, dove la voce di Caneda riesce a trovare la sua dimensione, la sua palude dove trasformarsi e convincere. Si continua a combattere.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >