Antonio Nessuno 2014 - Cantautoriale, Rock, Indie

Nessuno precedente precedente

Rock sporco, fatto male e che a malapena riesce ad andare a tempo

Antonio è un ragazzo di 20 anni che fa un rock scarno e sporco. Fa tutto da solo e, a naso, direi che la batteria è direttamente quella del programma utilizzato per registrarsi. Per le influenze siamo in zona primi anni 70, Rolling Stones e compagni, anche se la qualità sonora - come si impastano le distorsioni e soprattutto quest'attitudine un po' punk del buttarsi sulla chitarra con pochi accordi - ricorda più un esperimento protogrunge. Il più delle volte c'è proprio un problema ad andare a tempo ("Radici il caso" più eclatante) e i testi non sono certo di quelli scritti bene. Non c'è molto da salvare, se non una certa pazzia di fondo (guardatevi il suo primo videoclip ufficiale, così lo chiama lui, e capite da soli) che fa intuire come questa musica nasca da idee non proprio lineari, e solitamente da una testa storta possono nascere cose interessanti. Non è questo il caso, è chiaro, "Nessuno" è un demaccio di quelli che avrei preferito evitare di ascoltare. Vedremo che ci proporrà in futuro. Che continui pure a provarci.

---
La recensione Nessuno di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2014-07-29 00:00:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • luigissimo 7 anni Rispondi

    sembra bugo a 15 anni ;-)

  • Motozap 7 anni Rispondi

    zero tecnica e tutto cuore ahah non gli dare retta antonio tu chiudi gli occhi e tira dritto..la musica italiana ha bisogno di questo