Rappresaglia Sopravvissuti 2003 - Punk

Primascelta!Sopravvissuti precedente precedente

L’album punk dell’anno. Partiamo quindi da dove avremmo voluto terminare questa recensione, con un lapidario giudizio su una delle band storiche del punk italiano, che con un ventennio di attività, raggiunge l’apice artistico a nome “Sopravvissuti”. Mai titolo fu più azzeccato vista la situazione mutevole e ruffiana del panorama musicale italiano (abbastanza derelitto) votato alle banalità da classifica. Assistere ad una carriera così longeva dunque è evento da salutare con il massimo del rispetto, poiché questi quattro punk’n’roller milanesi suonano in maniera impeccabile e diretta, un treno in corsa senza freni che vi investirà senza pietà.

I Rappresaglia riescono infatti a riversare la loro abilità passando con disinvoltura dall’inglese all’italiano, e addolcendo l’album come un finissimo velo di zucchero, attraverso l’amore per band storiche come Clash, qualcosa Ramonese soprattutto Stiff Little Fingers. Il terrificante muro di chitarre viene eretto sin da subito, con la voce di Maurizio Fusano, distorta e bastarda come un Jake Burns d’annata, quando l’irlandese rispondeva a Strummer e Rotten con un album fondamentale di ‘materiali infiammabili’ datato 1979. Il clou di “Sopravvissuti” comincia da “Riding the night”, una semi ballad di enorme presa che conserva in se un refrain melanconico che non sfigurerebbe neanche sui canali musicali tematici. Ma non c’è tempo, perché la rappresaglia continua con un classico anthem a nome “Superman”, dal vago sapore newyorchese. Anche le liriche hanno il loro peso, affreschi di vita vissuta quotidianamente, tratteggiate da forti disillusioni causate da una metropoli alienante e poco riconoscente. Altro pezzo da novanta è “L’ultima novità”, insieme alla curiosa scelta come cover di “I’m the leader of the gang”, brano celebre dell’icona kitsch del glam- rock britannico Gary Glitter, rielaborato in un corrosivo ed abrasivo brano punk.

L’album punk dell’anno, per chi fosse partito distrattamente nella lettura.

---
La recensione Sopravvissuti di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2003-07-04 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia