28/10/2014

Schitarrate, ritmi coinvolgenti e soprattuto tanta spensieratezza. Questo in sintesi è l'album d'esordio omonimo dei varesini Hot Complotto. Cresciuti a pane e punk, Gianluca, Paolo e Alessio ne hanno fatto una base solida su cui costruire il loro primo lavoro. I tre, però, non si sono limitati solo al verbo di "Sua Eccellenza Joey Ramone" (padre putativo del pop punk), creando un mix sonoro che abbraccia diversi generi, a loro piacimento. "In un epoca in cui tutto è già stato inventato, non ci resta che farlo almeno a modo nostro!" scrivono sulla loro pagina ufficiale. Una voglia di esprimersi che viene fuori negli 11 brani che compongono l'album.

Gli Hot Complotto suonano un onesto pop punk molto tirato che però si lascia contaminare volentieri da altri generi. Un po' di funky ("Brutte abitidini") ed elettronica ("Tecnofavole"), coretti alla The Fratellis (nell'iniziale "Se"), echi gospel (il finale di "Non voglio niente", forse il miglior pezzo) e momenti acustici (la conclusiva "Neve", con tanto di violoncello). Qualche momento prescindibile c'è ("Antiumano", "Milano al buio"), ma alla fine la somma delle singole componenti è buona. 

Debitori di gruppi come Finley e Vanilla Sky, per citare le due band più in vista dell'ondata punk leggera italiana degli ultimi anni, gli Hot Complotto confezionano un disco sincero, divertito, ben suonato e prodotto.

Commenti (3)

Carica commenti più vecchi
  • capitano 28/10/2014 ore 14:47 @capitano

    Figataaa!!! Non vedo l'ora di ascoltare tutto il disco!!!

  • Brioche 29/10/2014 ore 00:41 @Brioche

    davvero bravissimi e con una carica pazzesca. dal vivo li ho semplicemente adorati. spinta e coinvolgimento incredibile che non ti aspetti. per nulla scontati. impatto bomba. per questo credo che, più che ai Finley e i Vanilla Sky, siano più simili a band come i Foo Fighters o i Subsonica. son ricercatezza di suoni non banali ed esplosioni.
    complimenti.

  • Jack_Duluoz 29/10/2014 ore 18:13 @Jack_Duluoz

    Premetto che non ho ascoltato l'album (dato che esce il 9 novembre) ma li ho sentiti più volte live.
    Sono perfettamente d'accordo sul "sincero, divertito, ben suonato e prodotto" perché sono tutti aggettivi che descrivono perfettamente anche un loro spettacolo dal vivo.
    Sono un po' meno d'accordo sui paragoni con i Finley e i Vanilla Sky: gli Hot Complotto secondo me hanno testi molto più intensi e profondi e sono molto più ricercati e sperimentali sia nei suoni sia in tutto quello che fa da "contorno" (non per questo secondario) alle esibizioni.
    Vi invito ad assistere ad un loro live, sono certo basterebbe anche una sola volta per comprendere che questa band va ben oltre il semplice concetto di fare musica, qui -secondo me- c'è molto di più.

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati