< PRECEDENTE <
RECENSIONE
08/08/2014

Nomen omen. Dopo un inverno e una primavera passati a editare pezzi altrui (come sempre, stavolta giusto con un carico di attenzione in più), Fab Mayday centra il bersaglio estivo con un'altra doppia-doppia. Mister Dave Samuels da una parte, i sempiterni Pigbag dall'altra. Il primo, maestro di vibrafono e marimba, ascendenze jazz e fusion, un tot di dischi pubblicati a cavallo tra i decenni; gli altri figure mitologiche degli 80s inglesi, post-punk meets funky, afrobeat e fiati impertinenti. Roba ovviamente finissima e dal tiro micidiale, che Calzolari plasma e riarrangia senza allontarsi poi troppo dai mix originali, piuttosto spostando l'asse ricettivo sulle mattonelle della pista (o era la sabbia del lido?). “New Math” è un tripudio percussivo, tutto costruito sul primo minuto e mezzo del pezzo di Samuels, con un basso corposissimo che tiene in piedi la faccenda e marimba e synth che giocano a fare le lucine intermittenti. La one hit wonder dei Pigbag sta allo stesso trattamento, stacchi di batteria stravolti, groove propulsivo e il carnevale di Notting Hill bussa alle porte. Salva tutto, parti e porta al mare.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >