MORBO Morbo 2014 - Trip-Hop, Elettronica, Alternativo

Disco in evidenzaMorbo precedente precedente

Giovani Skrilex crescono. C'è del talento ancora tutto da coltivare, ma c'è

Morbo è un producer di Torino. Ho chiesto un po' in giro e non lo conosce nessuno, cercando la sua mail su google è uscito Sandro Vendrame, che suona in un tributo ai Nirvana e in un gruppo hard-blues. Ovviamente non so se è lui, ma potrebbe anche essere. Morbo fa musica elettronica con una forte base dub. Ha la capacità non scontata di saper mantenere la tensione - contenerla a volte, dirigerla altrove in altri casi - prende elementi che sulla carta non stanno bene insieme ma, poi, come li organizza lui funzionano. Ad esempio: "Morbosità" è la traccia migliore delle tre, ti tiene incollato tra acidità alla Prodigy e synth un po' alla Orbital e al quarto minuto cade in stacchi dubstep molto elementari, vagamente 8 bit. Sembra un copia e incolla stupido ma funziona.

"Colleziono ricordi solo per dimenticare" è la traccia distensiva dell'ep, quasi downtempo, con il pianoforte in bella mostra, percussioni e assoli di hammond fatti più o meno a caso. "Il buio e la luce infine" è dubstep con elementi horror tammarri in stile Bloody Beetroots e tante imprecisioni di contorno. Voglio dire: l'ep non è perfetto, non c'è da gridare al miracolo, molto probabilmente è solo un grungettone fulminato da Skrillex sulla via di Grugliasco, ma questi tre brani hanno un loro equilibrio e una spina dorsale notevole. C'è del talento ancora tutto da coltivare, ma c'è. Lo terrei d'occhio.

---
La recensione Morbo di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2014-10-16 09:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia