Go!Zilla Magic Weird Jack 2014 - Rock, Psichedelia, Garage

Disco in evidenza Magic Weird Jack precedente precedente

Pubblicato solo in Francia e prontamente esaurito, è un succoso antipasto del prossimo disco dei Go!Zilla, che promette di essere una bomba

La Francia è ormai la loro seconda casa: concerti su concerti, molti esauriti, stage diving, entusiasmo a mille. Era più o meno scritto dunque che i Go!Zilla avrebbero fatto qualcosa apposta per il pubblico d'Oltralpe, e questo qualcosa è l'ep "Magic Weird Jack", pubblicato in edizione limitatissima per la francese Beat Records e prontamente esaurito.

Un lavoro composto da sei brani, di cui quattro già presenti sul primo full length "Grabbing a crocodile", reincisi insieme al chitarrista Mattia Biagiotti, che già da alcuni mesi si è aggiunto alla formazione, per un suono ancora più potente e compatto (chi li ha visti al MI AMI può confermare) rispetto agli esordi in duo.

Due sono invece gli inediti: "Hate", di impianto blues e di velleità hard-psych, con la voce di Luca Landi a dimostrare la sempre maggior consapevolezza dei propri mezzi,e l'incazzatissima "Pollution", in cui l'anima punk dei Go!Zilla reclama a gran voce (e meritatamente) una citazione. Insomma, a prescindere dai cugini francesi  - visto che è ancora disponibile in download su Bandcamp -, questo nuovo ep del trio toscano è un succoso antipasto del nuovo album, che uscirà nella primavera del 2015 e che, viste le premesse, con ogni probabilità sarà una bomba.

---
La recensione Magic Weird Jack di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2014-12-23 09:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO