Dead Bouquet - As Far As I Know As Far As I Know (Seahorse Recordings 2014) 2014 - Rock, Psichedelia, Folk

Disco in evidenzaAs Far As I Know (Seahorse Recordings 2014) precedente precedente

I rari casi in cui non trovare le parole per descrivere un disco può essere una cosa positiva. Veramente positiva

Vorrei non avere una scadenza e non vedermi costretto a cercare le parole per raccontare questo disco. Vorrei poter andare al di là delle spiegazioni tecniche, dei riferimenti di genere, delle immagini che dopo un po' sono sempre quelle, delle frasi fatte di chi scrive di musica (o di altro) con una certa regolarità.

Vorrei che bastasse spiegare che quest'album lo sto ascoltando ininterrottamente da una settimana, in loop, dalle cinque alle sette volte al giorno. Mi scorre nella testa, e dall'altro lato mi trascina con sé. È profondo, è straziato, e insieme scorre, ti porta via. Ecco, ci sono tornato con le immagini che sono sempre quelle.

Vorrei veramente poter dire qualcos'altro, oltre al fatto che questi ragazzi laziali, i Dead Bouquet, sono una grande scoperta. Che la loro musica che fonde Paisley Underground e post-punk, con echi di Pearl Jam e soprattutto Dream Syndicate, ha delle radici salde nel passato, ma non è derivativa, e... Voilà, ricascato: spiegazione tecnica + immagine trita. Con i nomi dei gruppi, in più. Vorrei conoscerne molti di più, e farmene venire in mente anche altri più calzanti. E dall'altro lato vorrei proprio non nominarne neanche uno.

Perché non servono riferimenti esterni per dire che "Little thing" ha un crescendo davvero emozionante, che "Haven't you said" racchiude in sé il dramma e il sogno, che "Nobody's Sky" sembra guardare in alto, gridare al cielo cui accenna nel titolo. Ma anche qui, servirebbero altre parole, rispetto a quelle che ho appena usato. Servirebbe non parlare tanto di musica, o pensare troppo a cosa dire. Servirebbe ascoltare, ascoltare, ascoltare. Personalmente non ho fatto altro, in questi giorni. E credo che, una volta tanto, non trovare le parole per descrivere un disco come "As far as I know", sia una cosa positiva. Veramente positiva.

---
La recensione As Far As I Know (Seahorse Recordings 2014) di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2015-02-04 09:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia