Rollercoaster The thrill crowd 1999 - Rock, Psichedelia

Primascelta!The thrill crowd precedente precedente

La proposta targata Rollercoaster è, al momento, la più sconvolgente che trovate in Italia, forse eguagliata solo da One Dimensional Man e Bebe Rebozo. Questo perché i suoni del trio di origine sarda sono assolutamente fuori da ogni canone standardizzato, tanto da ribadire che The thrill crowd non sembra un album di fine anni '90, bensì è collocabile nella stagione di fine anni '60 (vi dice qualcosa un brano intitolato 1967?).

Ascoltando i due lati, per un totale di 5, riuscitissimi, pezzi, si rimane strabiliati nel constatare che gli Stooges, nonostante tutto, siano ancora vivi e se Iggy Pop solista non vi è mai piaciuto, questa è l'occasione buona per rifarvi la bocca. Infatti il vinile è intriso di quella psichedelia che un fan di Ron Asheton & co. non potrà non apprezzare; ma è anche vero che se i Sonic Youth e i Motorpsycho più dilatati rientrano nei vostri ascolti, la band di cui sto tessendo le lodi, fa al caso vostro.

Certo non aspettatevi di sentire campionatori ed effetti ottenuti col sequencer, ma solo ed esclusivamente cavalcate 'soniche' di stampo sixties (indicativo, in questo senso, è tutto il lato b). Ma i Rollercoaster non si caratterizzano solo per i continui riferimenti, perché il loro dna non è semplicemente derivativo - e se così fosse per alcuni, sarebbe già un ottimo risultato. L'aspetto più interessante di questa band è l'essere assolutamente 'ruvidi', quasi che il loro sound riesca a graffiare e tagliare più di qualsiasi altra lama affilata. I 3 brani del primo lato rendono appieno il concetto appena espresso, ma forse la conclusiva Take me to the sun rappresenta in maniera esemplare il 'viaggio' (nel tempo?) compiuto da questa formazione.

Restiamo sintonizzati sulle frequenze di Matteo, Luca e Salvatore, con la speranza che molti di voi facciano la stessa scelta, siccome sarebbe un vero peccato perdere 'trasmissioni' del genere.

---
La recensione The thrill crowd di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2000-01-27 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia