Caboto Did you get visuals? 2003 - Strumentale, Sperimentale, Alternativo

precedente precedente

Fedele al suo interesse verso sonorità non convenzionali, l'interessante Raving Records presenta al pubblico il cervellotico disco dei Caboto, formazione che vanta gia una pubblicazione nel 2002 con la Scenester, giovane etichetta statunitense.

Figli di un'attitudine estremamente vicina alle psicosi dei Tortoise, i quattro musicisti emiliani disegnano traiettorie impalpabili attraverso strutture creative sottomesse a rigorosi codici geometrici, dando vita ad una musica priva di vocali e consonanti eppure capace di sviluppare un discorso attraverso simboli di suono.

Nove composizioni dal lasciar scorrere come un corpo unico, attraversato da schegge di armonia in coerente disequilibrio: morbide e dure, taglienti e smussate, dritte e ricurve.

Una formazione che sperimenta costantemente timbriche irregolari, lanciandosi nella deformarzione del rock attraverso il jazz, destrutturando la melodia alla ricerca di una precisione matematica che talvolta dimostra teoremi per assurdo.

Abili manipolatori di strumenti, i Caboto fraseggiano dimostrando un approccio caldo e sentimentale alla loro tecnica raffinata.

Il sottofondo tribale cotruisce un lungo tappeto rullante su cui si distendono fiati sincopati e chitarre ossessionati, fluttuando sulla dissonanza fino a precipitare in languide esplosioni di tensione emotiva.

Un disco complicato ma decisamente convincente, seppur talvolta così intellettuale da sembrare fine a se stesso. Sicuramente rivolto a chi ha bisogno di avvolgere i pensieri con suoni fascinosi e inaccessibili.

---
La recensione Did you get visuals? di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2003-11-12 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia