PCP - Pianochepiove In Viaggio Con Alice 2015 - Jazz

In Viaggio Con Alice precedente precedente

Pianochepiove: il viaggio di Alice attraverso la quotidianità.

"In Viaggio Con Alice" è un disco fatto per essere suonato, come tutti i dischi, ci sarebbe da obiettare, ma un po' di più, verrebbe da rispondere, perché ascoltandolo è evidente che l'intenzione dei P.C.P. è quella di creare un prodotto pronto all'uso, adatto cioè ad essere suonato nei locali, come sottofondo di qualità, per serate con pubblico impegnato a sorseggiare un drink costosetto; perchè l'acoustic jazz si sa, è una certezza. 

I Pianochepiove non osano, la loro è una canzone d'autore che narra il quotidiano senza troppe implicazioni psicologiche, politiche e sociali; una voce femminile, cristallina e precisissima, attraversa i nove brani dell'album, tutti gradevolissimi e molto ben suonati, con una chitarra solista di una pulizia quasi classica capace di saltare dalla delicatezza della bossa alle sonorità mediterranee di un pezzo come "Cartografo".

Ci troviamo insomma davanti a un gruppo di musicisti veri, con delle identità ben diverse tra loro e già formate, dei professionisti che sembra abbiano collaborato per poter lavorare con la propria musica e non con i soliti standard; i destinatari di quest'album, come nelle intenzioni dichiarate, sono "tutti quelli che, almeno una volta, si sono emozionati per una musica”, ed è così perchè "In Viaggio con Alice" è un album che tutti potenzialmente potrebbero ascoltare e gradire, ma probabilmente più come sottofondo di classe che come album rivelazione.

 

---
La recensione In Viaggio Con Alice di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2015-07-30 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO